Acconto Iva : cos’è e quando versarlo

dizionario contabile

L’acconto Iva è il pagamento di una parte dell’Iva che deve essere versata dai contribuenti nell’anno.

Tale acconto rappresenta una parte dell’iva  da contribuire nell’anno successivo al versamento dell’acconto.

Esempio : se sono nell’anno 2016, verso un acconto sull’iva dell’anno 2017

Quando deve essere versato l’acconto iva?

L’acconto va versato entro il 27 dicembre di ogni anno.

Chi deve pagare l’acconto iva?

Tutti i titolari di partiva iva, con eccezione di :

  • chi ha aderito ad un regime speciale come il regime forfettario
  • chi ha avviato l’attività durante l’anno ma che l’ha terminata entro il 30 novembre o 30 settembre a seconda se era in liquidazione mensile o trimestrale
  • chi ha un credito iva nell’ultimo periodo dell’anno precedente o se l’importo di acconto è inferiore a 103,29 euro

Come si calcola  l’acconto iva?

Il calcolo dell’acconto iva può essere fatto  :

su base storica : si basa sui dati dell’anno precedente per i contribuenti in liquidazione trimestrale e sui dati del mese dicembre dell’anno precedente per i contribuenti con liquidazione mensile, oppure usando i dati del quarto semestre dell’anno precedente per i trimestrali speciali, di questo importo devere essere pagato l’88%.
con metodo previsionale : vengono prese in considerazione tutte le operazioni previste per il  mese di dicembre dell’anno in corso, o per nell’ultimo trimestre, a seconda se la liquidazione è mensile o trimestrale, di quest’importo deve essere pagato  l’88%.
con metodo analitico: si considerano tutte le operazioni effettuate al 1 al 20 dicembre per i contribuenti mensili, dal 1 ottobre al 20 dicembre per i contribuenti trimestrali, riferite all’anno corrente, per questo calcolo deve essere pagato il 100%.

Come effettuare il pagamento  dell’acconto iva?

L’acconto dell’iva è effettuato tramite modello F24, utilizzando i codici 6013 per la liquidazione mensile e 6035 per la liquidazione trimestrale.

Cosa succede se non si versa l’acconto iva?

E’ possibile rimediare ad un versamento in ritardo dell’acconto iva , tramite il ravvedimento operoso , che prevede di aggiungere al valore dell’acconto iva da versare, una sanzione amministrativa ridotta al 50%, se il versamento viene effettuato entro 90 giorni dalla scadenza dell’acconto iva e gli interessi al tasso legale in vigore.
Se il versamento avviene entro i 90 giorni la sanzione è pari a :

  • 0,1% giornaliero fino ad massimo del 1.4% , se si paga entro 14 giorni
  • 1,5% dell’imposta non versata, se si paga da 15° al 30° giorno
  • 1,67% dell’imposta, se si paga dal 31° al 90° giorno

Se il versamento avviene dopo i 90 giorni dalla scadenza, occorre calcolare la sanzione nel seguente modo :

  • ravvedimento lungo (entro un anno) : sanzione pari al 3,75%
  • ravvedimento biennale : vengono effettuati entro il termine di presentazione della dichiarazione dell’anno successivo
  • ravvedimento lunghissimo (ultra biennale) : per questi versamenti la sanzione è del 5%

Il ravvedimento operoso può essere effettuato solo fino a quando l’Agenzia delle Entrate non notifica un avviso bonario o un avviso di accertamento.

Riepiloghi iva con COMPANY015

Per ottenere i dati dell’iva acquisti e iva vendita con COMPANY015 , basta consultare la funzione Riepologhi IVA dal menu CONTABILITA’.

  • RIEPILOGHI IVA
  • iva acquisti
  • iva vendita
  • riepilogo iva

Nei riepiloghi iva vengono raggruppati gli importi per le diverse aliquote iva, con evidenza per i totali esenti ed esclusi, e per i totali iva split payment .