Fattura : cosa è la fattura?

dizionario contabile

Definizione : con il termine FATTURA si indica un documento fiscale obbligatorio che certifica lo scambio di beni o servizi.

Cosa indicare nella fattura

La fattura è il documento che attesta la vendita o l’acquisto di un servizio, di un prodotto, di una prestazione professionale, etc …
La fattura è composta da elementi di base obbligatori :

  • data della fattura (è la data di emissione del documento)
  • numero della fattura (numero univoco che indentifica il documento)
  • dati del soggetto che emette la fattura (ragione sociale o nominativo, indirizzo, identificativo fiscale)
  • dati del soggetto che riceve la fattura (ragione sociale o nominativo, indirizzo, identificativo fiscale)
  • descrizione dei beni, dei prodotti, dei servizi oggetto della fattura (descrizione, quantità, importo, sconti applicati)
  • riepilogo totale importi (totale del documento, totale da pagare, totale delle imposte)
  • riepilogo delle imposte (riepilogo iva con indicazione delle singole aliquote applicate ed eventuali esenzioni e/o esclusioni)
  • indicazione di eventuali valori iva in regime di split payment
  • dettaglio scadenze (opzionale)
  • riferimenti per il pagamento della fattura (coordinate bancarie)

­Scarica esempio fac-simile di fattura vendita

La fattura elettronica

La fattura elettronica è la versione digitale del documento cartaceo.
Il file PDF della fattura non è la fattura elettronica, che è invece un file in formato XML.
Da gennaio 2019, è obbligatoria l’emissione della fattura elettronica tra i soggetti privati.

Numerazione della fatture

Il numero che identifica la fattura deve essere univoco. Questo significa che un dato numero identifica solo una specifica fattura.
Il numero può essere composto sia da lettere che da numeri.
Alcune attività utilizzano i sezionali nella numerazione delle fatture, ossia una numerazione suddivisa per tipologia di fattura.
In questi casi il numero progressivo della fattura può essere ad esempio  : AC-901929-2017 dove “AA” indica il sezionale che fa riferimento ad una ipotetica “area centro”. I sezionali normalmente sono usati per distinguere i tipi fattura : ad esempio PA-29-2017 è la fattura 29 del 2017 fatta verso la pubblica amministrazione.
Il numero che identifica la fattura può essere azzerato ad ogni inizio anno contabile, ma questo non è però obbligatorio, è possibile continuare con la numerazione negli anni successivi: esempio fattura numero 323 del 28 dicembre 2015, fattura numero 324 del 04 gennaio 2016.
Normalmente, se non esistono motivi particolari per non azzerare il numero ad inizio anno, è sempre consigliabile farlo, specialmente nella gestione di piccole o micro imprese e nel caso dei liberi professionisti.

Le Fatture con COMPANY015

COMPANY015 gestisce tutto il ciclo attivo dell’attività, sia per le medie, piccole e micro imprese che per i liberi professionisti.
Logicamente gestisce l’emissione delle fatture e/o delle parcelle, nel caso dei liberi progessionisti.
La creazione della fattura è guidata per ridurre i tempi di produzione della stessa e per evitare qualsiasi errore di tipo contabile.
Il cliente che usa COMPANY015 non deve preoccuparsi della corretta emissione del documento, ma solamente compilarlo.

La numerazione delle fatture in COMPANY015

Per adattarsi alla gestione dell’attività, COMPANY015 permette di impostare come deve essere gestito il numero della fattura.
In fase di configurazione è possibile decidere il formato del numero di fatturazione tra una serie di combinazioni, che permettono anche l’uso del sezionale.
Ad esempio è possibile impostare il numero nel formato sezionale-progressivo-anno : es. PA-828-2018.
Quando viene emessa una fattura , COMPANY015 controlla la data di emissione e ti avverte se stai inserendo una data precedente a quella dell’ultima fattura emessa. Questo evita di commettere errori temporali nell’emissione delle fatture.
Nella composizione del corpo della fattura è controllato che venga indicata l’aliquota iva quando viene specificato un importo, questo per evitare che la fattura elettronica venga scartata per errata indicazione della natura e/o aliquota iva indicata per i prodotti e/o servizi fatturati.

Invio fattura elettronica

Dopo aver creato la fattura ti basta un click per inviarla al Sistema di Interscambio.
COMPANY015 prima dell’invio, effettua tutti i controlli di congruità del documento ti avverte nel caso vengono riscontrati errori, ad esempio mancanza del codice destinatario per il cliente, errato composizione dello stesso codice destinatario, errato formato per invio a pubblica amministrazione, etc..
In questo modo puoi sapere prima quali sono gli errori e correggerli prima di inviare la fattura.
Al momento dell’invio tutte le fatture vengono firmate automaticamente. Questo per elevare i livelli di sicurezza del documento stesso. Infatti per i privati non è obbligatorio firmare la fattura, come invece lo è per la PA, con COMPANY015 puoi inviare sia fatture verso privati che verso PA senza dover comprare estenzioni o pacchetti aggiuntivi, ed entrambe le tipologie sono sempre firmate.
Infine l’invio allo SdI effettua anche l’invio in conservazione sostitutiva, che viene fatta non utilizzando il servizio gratuito dell’Agenzia dell’Entrate, per cui devi dare esplicito consenso , ma utilizzando un conservatore accreditato Agid. Questo per offrire al cliente COMPANY015 una soluzione unica , integrata e a norma di legge.

Condivisione fatture con commercialista

Il tuo commercialista può accedere all’area a lui riservata in COMPANY015 e in questo modo, può scaricare tutte le fatture attive che hai inviato, ed importarle nel suo software di studio.